Migliore scopa elettrica

Abbiamo individuato due tipologie di scopa elettrica: scope elettriche a batteria (ricaricabili) e scope elettriche tradizionali con e senza sacchetto. Per ciascuna categoria abbiamo selezionato 10 modelli di scopa elettrica tra i più venduti sul mercato italiano. Abbiamo quindi effettuato una serie di test con l’obiettivo di identificare i prodotti con il migliore rapporto prezzo/qualità. La valutazione degli apparecchi è avvenuta in base ai Rowenta Airforce RH8469seguenti parametri: peso, rumorosità, forza aspirante, tempo di ricarica, tempo di funzionamento a piena potenza (gli ultimi due parametri sono stati considerati solo per le scope elettriche senza fili).

Il miglior prodotto per la categoria scope elettriche a filo, è risultato l’aspirapolvere Rowenta RH7755. Clicca qui per conoscere le caratteristiche del prodotto.

Il miglior prodotto per la categoria scope elettriche a batteria , è risultato il Rowenta Airforce RH8469.  Clicca qui per conoscere le caratteristiche del prodotto.

Più in generale nella scelta dell’aspirapolvere più adatto alle nostre esigenze abbiamo identificato alcuni punti di forza offerti dalla scopa elettrica rispetto al tradizionale aspirapolvere a carrello che ne fanno il prodotto ideale per la pulizia domestica. In particolare viene apprezzato il ridotto ingombro di questi apparecchi che, quando si finisce di usarli, possono essere riposti in un normale armadio dedicato alle scope.

D’altra parte il ridotto ingombro delle scope elettriche comporta lo svantaggio rispetto agli aspirapolvere a carrello di avere un contenitore per la raccolta dello sporco di dimensioni ridotte, rendendo necessario lo svuotamento dello stesso con una maggiore frequenza.

Per quanto riguarda le scope elettriche senza fili, questi apparecchi hanno preso piede inRowenta RH7755 questi ultimi anni  facendo uscire da quella che fino a poco tempo fa era considerata solo una nicchia di mercato.  L’incremento della popolarità e delle vendite è principalmente dovuto all’abbassamento dei costi ed al miglioramento delle prestazioni dei moderni pacchi batteria.

La scelta di una scopa elettrica ricaricabile ha il vantaggio di essere molto maneggevole e pratica nell’utilizzo potendo funzionare in assenza di una presa di corrente nelle immediate vicinanze.

L’aspetto negativo per questi apparecchi a batteria riguarda la forza aspirante che non è paragonabile a quella fornita da una scopa elettrica tradizionale. Inoltre questi aspirapolvere hanno bisogno di molte ore per ricaricarsi completamente anche se questo problema potrebbe essere poco importante avendo una docking station dove riporre/ricaricare la scopa elettrica ogni qualvolta finiamo di utilizzarla.

Per quanto riguarda il sistema filtrante la migliore tecnologia presente sul mercato è quella ciclonica abbinata al filtro HEPA. Quest’ultimo permette di trattenere anche le particelle più piccole di polline risultando molto indicato in presenza di soggetti allergici.

Scopa elettrica senza fili

Si tratta di apparecchi silenziosi e compatti, ideati per la pulizia giornaliera. Non sostituiscono l’aspirapolvere a filo quando si tratta di pulire a fondo in quanto è stato necessario trovare un compromesso tra la capacità limitata delle batterie che possono essere collocate in una scopa elettrica e la potenza richiesta da un aspirapolvere tradizionale. Questi apparecchi sono quindi meno potenti ma perfettamente in grado di aspirare la polvere ed i piccoli residui che si accumulano ogni giorno sui pavimenti. Questi apparecchi hanno quindi una forza aspirante più limitata ed utilizzano un motore più piccolo e meno rumoroso con un conseguente beneficio in termini di silenziosità.

Quando acquistiamo una scopa elettrica senza fili dovremmo trovare sulla confezione l’indicazione sul consumo orario dell’apparecchio espresso in volt (mentre sugli aspirapolvere a filo il consumo è espresso in watt). Siccome (volt = watt/ampere) sarà possibile confrontare il consumo degli apparecchi a filo e quelli a batteria calcolando il consumo in watt delle scope elettriche senza filo (watt = volt * ampere). La prima cosa che si deduce è che aumentando i volt, a parità di ampere, aumenta la potenza dell’apparecchio e quindi anche la capacità aspirante. Una scopa elettrica a batteria da 12 volt avrà in teoria una minore capacità aspirante di un apparecchio da 18 volt. Sottolineo la parola “in teoria” perché contribuisce anche la qualità del progetto dell’aspirapolvere a determinare la capacità aspirante. La gestione efficiente del flusso d’aria e del sistema filtrante possono condizionare pesantemente il funzionamento di questi apparecchi e c’è ne accorgiamo facilmente quando il filtro del nostro aspirapolvere è sporco e notiamo che la scopa elettrica diventa quasi inservibile. In particolare il sistema filtrante dovrebbe essere progettato secondo gli standard più recenti al fine di ridurre al minimo l’intasamento del filtro e dei condotti di aspirazione. A valle dei test hanno prevalso gli apparecchi con sistema filtrante ciclonico che ha dimostrato di possedere caratteristiche migliori nella gestione del flusso d’aria e nel trattamento della polvere.

Aspirapolvere ciclonico

Si tratta di un sistema di trattamento dell’aria che viene aspirata dalla scopa elettrica e prevede prevede il convogliamento dell’aria in modo tale da generare un vortice dove le particelle pesanti (polvere, etc.) vengono spinte verso l’esterno del contenitore per effetto della forza centrifuga. In questo modo l’aria viene privata dalle impurità, che cadono in unFiltro ciclonico apposito contenitore, prima di arrivare al filtro meccanico. In questo modo si riducono gli interventi di manutentivi sui filtri e si garantisce una forza aspirante ottimale in ogni condizione di utilizzo. Si tratta di una innovazione di grande interesse visto che prima dell’introduzione di questi sistemi di trattamento dell’aria capitava di frequente di verificare una sostanziale diminuzione della capacità aspirante già dopo pochi mesi dall’acquisito di un nuovo.

Aspirapolvere senza sacco

Non abbiamo rilevato particolari vantaggi derivanti dalla presenza del sacchetto per la raccolta dello sporco in quanto i migliori modelli di scopa elettrica sono dotati di contenitori facilmente removibili e con meccanismi di apertura che evitano il contatto con la polvere. Bastano in fatti pochi gesti per svuotare il contenitore e riporlo nella sede originale.

Il costo collegato all’acquisto dei sacchetti aspirapolvere è rilevante e poco giustificabile ed ancora meno accettabile è l’idea di riutilizzare i vecchi sacchetti dopo averli svuotati. Per quanto riguarda i filtri ad acqua, non ci sono modelli di scopa elettrica che utilizzano questa soluzione che, per altro,  non ci sentiamo di condividere nemmeno per gli aspirapolvere a carrello in quanto comporta la necessità di sostituire l’acqua ogni qualvolta utilizziamo l’aspirapolvere onde evitare la proliferazione batteri nell’acqua rimasta nel sistema filtrante.

Scopa elettrica a vapore

Si tratta di un apparecchio per il lavaggio dei pavimenti e delle altre superfici domestiche che utilizza un generatore di vapore il cui getto ad alta temperatura sgrassa e disinfetta le superfici trattate. Sul mercato sono presenti scope elettriche a vapore che combinano la capacità aspirante ed il lavaggio ad altra temperatura ma non ci sentiamo di raccomandare un modello in particolare perché sono tutti poco affidabili. Sarebbe quindiClatronic DR 3431 Scopa a Vapore meglio aver preventivamente rimosso la polvere ed ogni residuo solido presente sulle superfici prima di utilizzare un apparecchio che si occupa solo di lavare le superfici.

Se proprio vogliamo un prodotto che abbina entrambe le funzionalità dobbiamo rivolgerci agli aspirapolvere a carrello ed in particolare al Polti Lecoaspira che presenta una costruzione più solida ma il cui prezzo si aggira intono ai 300 euro laddove una buona lavapavimenti a vapore ha un costo che non supera i 100 euro. Clicca qui per maggiori informazioni sul prodotto sul Polti Lecoaspira.

Per i nostri test abbiamo provato due lavapavimenti appartenenti a questa categoria: il Clatronic DR 3431 e l’H2O X5 ed il prodotto migliore è risultato il Clarionic. In particolare abbiamo rilevato una maggiore solidità delle plastiche e delle parti meccaniche, un serbatoio dell’acqua più grande e removibile ed una eClatronic DR 3431 Scopa a Vaporemissione del vapore più regolare. Inoltre la lunghezza del filo è di 5 metri per il Clatronic mentre l’ H2O si ferma a 2 metri, risultando insufficiente anche per la semplice pulizia di una stanza di medie dimensioni. Se per la ridotta lunghezza del filo si può sopperire con una prolunga nulla si può fare per gli altri difetti. In particolare il manico dell’H2O è molto fragile e tende a flettersi in modo preoccupante durante l’uso. In contenitore dell’acqua non removibile dell’H2O comporta la necessità di dover rabboccare lo stesso con un bicchierino a corredo mentre per il Clarionic è sufficiente staccare il serbatoio e riempirlo sotto il rubinetto. Altro difetto dell’H2O X5 deriva dal sistema di aggancio del panno che ricopre la base pulente. E’ debole ed il panno si stacca durante l’uso della scopa. Il modello Clatronic DR 3431 ha invece un attacco del panno molto solido e non ha dato alcun problema durante l’uso. Ci sentiamo di consigliare questo prodotto anche perché viene proposto in offerta ad un presso di 66 euro (-27% rispetto al prezzo di listino). Clicca qui per vedere l’offerta.

Un consiglio, per chi decide di acquistare una scopa elettrica a vapore è quello di utilizzare acqua demineralizzata, se si vive in zone dove l’acqua del rubinetto risulta particolarmente ricca di calcare. In questo modo l’apparecchio durerà molto più a lungo.

Scopa elettrica hoover

Si tratta di un produttore che propone molti modelli di scopa elettrica e volendo rimanere su questa marca abbiamo trovato molto interessante il modello ricaricabile Freejet 3 in 1 FJ192R2 che in pochi istanti può trasformarsi da battitappeto a un apparecchi aspira briciole. E’ una scopa elettrica senza fili senza sacco con una durata di funzionamento di circa 30 minuti a piena carica. Inoltre è dotata di un filtro HEPA lavabile. Questi filtri dalla trama particolarmente sottile riescono a trattenere anche le particelle di polline rimettendo nell’ambiente aria assolutamente pulita.